sabato 27 settembre 2014

Imprimir o exportar PDF Crostatine al limone e frangipane

le crostate sono davvero irresistibli, oggi , invece di vederle farcite con creme o marmellate usiamo la crema frangipane, che è una crema a base di farina di mandorle  
storia narra che sia stata portata da Caterina De' Medici a Parigi , ricevuta come dono per il suo matrimonio con il futuro re di Francia, la ricetta le sarebbe stata infatti donata , proprio in occasione del suo matrimonio, dal conte Cesare Frangipani dal quale prende il nome,
notissimo in Francia ancora oggi nella tradizione natalizia il dolce dei ReMagi (La gallette des Rois ) farcito appunto con la crema frangipane
proviamola insieme in queste deliziose crostatine


Crostatine al limone e frangipane

Crostatine al limone e frangipane


ingredienti
per 10 crostatine

400 gr di pasta frolla (la ricetta qui)
125 g di burro 
125 g di zucchero a velo
125 g di farina di mandorle (o mandorle sbucciate frullate finissime)
70 g di farina 00
2 uova a temperatura ambiente
2 limoni
facoltativa vaniglia
pizzico di sale


Crostatine al limone e frangipane

Crostatine al limone e frangipane


procediamo
prepariamo la pasta frolla, la descrivo qui, e la teniamo a riposare in frigorifero per almeno un'ora avvolta in pellicola, vi ricordo sempre di farla abbondante, vi tiene bene la surgelazione
prepariamo la crema frangipane
facciamo spumare a frusta il burro lasciato ammorbidire con lo zucchero a velo, incorporiamo le uova una alla volta avendo cura di rendere omogeneo il composto, se le uova sono troppo fredde tendono a stracciarsi
uniamo le farine miscelate sempre lavorando a frusta quindi la buccia grattugiata di un limone (la vaniglia se la volete) il pizzico di sale ed otterrete una crema bella densa 


Crostatine al limone e frangipane

Crostatine al limone e frangipane

Crostatine al limone e frangipane

Crostatine al limone e frangipane


prepariamo le formine imburrate e disponiamo la frolla forando la base con la forchetta, farciamo con la frangipane e finiamo con delle fettine sottilissime di limone premendole bene nella crema
passiamo a forno caldo 180° per 30 minuti circa fino a farle dorare


Crostatine al limone e frangipane

Crostatine al limone e frangipane



Crostatine al limone e frangipane

Crostatine al limone e frangipane




Continua a leggere...

venerdì 26 settembre 2014

Imprimir o exportar PDF Ribollita toscana

La ribollita o anche zuppa di pane è un piatto dell'antica tradizione toscana dove gli ingredienti principali sono il tipico pane sciocco  raffermo (qui la ricetta) e verdure
a tutti gli effetti un tipico piatto "povero" di origine contadina, il suo nome deriva dal suo riuso, un tempo veniva  cucinato in gran  quantità per poi essere "ribollito" in padella nei giorni successivi
la vera zuppa  infatti migliora ogni volta che viene riscaldata da non confondere con la minestra di pane che è una minestra molto più semplice
gli ingredienti fondamentali sono il cavolo nero e i fagioli (borlotti, toscanelli o cannellini) 
la ribollita è un piatto invernale dove diventa protagonista indiscusso il cavolo nero che, come la verza, diventa buonissimo in inverno dopo aver preso le gelate notturne
nota
in alcune zone si usano prosciutto o cotenna nel soffritto iniziale , ma non è essenziale
vediamolo insieme in quest'ottima ricetta


Ribollita toscana

Ribollita toscana


ingredienti

1 ciuffo di cavolo nero 
1/4 di cavolo verza 
1 mazzetto di bietola 
1 porro 
1 cipolla 
2 patate 
2 carote 
2 gambi di sedano 
zucchine se le avete fresche
300 g. di fagioli cannellini (borlotti,toscanelli) secchi
2 pomodori 
olio evo
sale e pepe 

250 gr di pane casalingo raffermo
rosmarino o timo

Ribollita toscana

Ribollita toscana


procediamo
prepariamo i fagioli ammollati in acqua per una notte e messi a bollire senza sale per circa un ora 
in un'altra pentola, ottima se di coccio, facciamo rosolare la cipolla, il sedano e la carota in battuto con un filo d'olio
aggiungiamo le patate a tocchetti e lasciamo insaporire per qualche minuto per ultime (se le avete) le zucchine tagliate a rondelle 
cuociamo per circa 30 minuti per amalgamare i sapori

Ribollita toscana

Ribollita toscana


nel frattempo passiamo metà dei fagioli a setaccio li aggiungiamo alle verdure con tutto il brodo dei fagioli , i pomodori in dadolata e portiamo a bollore
lasciamo cuocere almeno un paio d'ore
a questo punto aggiungiamo il pane tagliato a cubetti e riportiamo a cottura per altri 15 minuti

prepariamo poco olio riscaldato appena con un rametto di rosmarino o di timo che useremo per rifinire i piatti di portata, ottima anche cipolla tagliata sottile a crudo

Ribollita toscana

Ribollita toscana


Continua a leggere...

mercoledì 24 settembre 2014

Imprimir o exportar PDF Carciofi trifolati

IL CARCIOFO
contiene "cinarina" che è una sostanza che aiuta a regolarizzare la bile, contiene inoltre tannino, inulina, potassio, calcio, magnesio, sodio ferro e zinco... oltre le varie vitamine A, B1, C. si possono dedurre le molteplici proprietà che ne derivano e che è delitto disperdere in una lunga cottura in acqua.
I benefici del carciofo spaziano da stimolante per il fegato, a calmante per le tossi, disintossicante (es. da un grosso aiuto a disciogliere i calcoli) ed un valido aiuto nel depurare il sangue, ecco perchè non dovrebbe mancare in abbondanza sopratutto nel finire dell'inverno... inoltre è un alimento di un sapore eccezionale!!!! tenetelo a bagno in acqua acidulata per una mezz'ora prima di utilizzarlo e

utilizziamoli  anche come contorno!........vediamo come cucinarli qui di seguito.....


Carciofi trifolati

Carciofi trifolati


ingredienti per due persone
tre carciofi
uno spicchio di aglio 
prezzemolo trito
sale pepe
olio evo


Carciofi trifolati

Carciofi trifolati


procedimento
pulire i carciofi eliminando la parte alta delle spine e le foglie più esterne 
tagliarli a fettine sottili, 
tritare l'aglio e farlo imbiondire in padella con l'olio, subito dopo aggiungere i carciofi e portare a cottura aggiustando di sale e pepe.
Per ultimo aggiungere una spolverata di prezzemolo tritato 
ottima l'aggiunta di succo di limone a piacere


Carciofi trifolati

Carciofi trifolati


Continua a leggere...

domenica 21 settembre 2014

Imprimir o exportar PDF Involtini di pollo e patate

un piatto davvero goloso sono certamente gli involtini... perchè non farli con il pollo???


Involtini di pollo e patate

Involtini di pollo e patate


ingredienti:

5 fette di petto di pollo
5 fette di prosciutto cotto
5 fette di pancetta
senape in pasta
parmigiano grattugiato
aglio uno spicchio
1 cipolla piccola
1 bicchiere di vino bianco
un bicchiere di brodo di carne
2 patate
salvia 10 foglie
sale pepe
olio evo 2 cucchiai

Involtini di pollo e patate

Involtini di pollo e patate



procediamo
battiamo le fette di pollo (usate la carta forno per batterle così non si spappolano ) poi le spennelliamo con la senape e le sovrapponiamo sulla fetta di pancetta, 
mettiamo un po' di parmigiano all'interno, la fetta di prosciutto cotto, in ultimo la salvia e arrotoliamo il tutto fermando con uno stecchino


Involtini di pollo e patate

Involtini di pollo e patate


mettiamo a rosolare gli involtini ottenuti con l'olio, lo spicchio d'aglio, la cipolla (la stecchiamo con del rosmarino a piacere ) e la salvia 
li facciamo dorare su tutti i loro lati
a questo punto sfumiamo col vino bianco a fiamma alta e lasciamo svaporare il vino
togliamo gli involtini e li manteniamo al caldo


Involtini di pollo e patate

Involtini di pollo e patate


uniamo al fondo di cottura le patate tagliate a tocchetti e lasciamo insaporire per qualche minuto, 
aggiustiamo di sale e pepe
togliamo la cipolla e passiamo tutto in teglia dove avremo adagiato gli involtini  
finiamo la cottura al forno preriscaldato per una decina di minuti circa


Involtini di pollo e patate

Involtini di pollo e patate


nota
possiamo sostituire le patate con pisellini o carotine

Involtini di pollo e patate

Involtini di pollo e patate



translated by Mirella
Ingredients:
5 slices of chicken breast
5 slices of cooked ham
5 slices of pork underbelly
Mustard paste
1 clove of garlic
1 small onion
1 glass of white wine
1 glass of meat broth
Peas (frozen are ok too)
10 sage leaves
Salt - pepper
2 spoonfuls of extra virgin olive oil

Preparation:
Pound meat (use the baking paper so that the chicken doesn’t crush). Brush with mustard and put the slices on the pork underbellies. Fill with cooked ham and the sage, roll up and fix with toothpicks.
Cook until golden brown in olive oil, add the white wine and let it evaporate, then add the onion stud with rosemary, the clove of garlic, salt, pepper and the warm broth. Toss the peas for 5 minutes with a bit of olive oil and add them to the meat when it is nearly cooked. Go on cooking for about 10 minutes on a moderate flame

Continua a leggere...

mercoledì 17 settembre 2014

Imprimir o exportar PDF Pizza dolce di Toritto

questa è una di quelle ricette che le nonne passano sottovoce , come i segreti ben custoditi, io ho tuttora amiche con le quali parlare di tutto e di cucina e va da se che poi si parli di ricette, 
c'è moltissimo sempre da imparare, oggi voglio dedicare a Graziella Scaccianoce la sua ricetta della Pizza dolce di Toritto e ve la racconto perchè per chi , come me, ama la ricotta è davvero un gran bel dolce che veniva preparato nella primavera e per la Pasqua come buon auspicio, visto che la ricotta veniva riprodotta fresca in quel periodo
molto simile allo sformatino siciliano che vi ho raccontato qui, ma privo di farina quindi adatto ai miei amici celiaci, vediamola insieme


Pizza dolce di Toritto

Pizza dolce di Toritto


ingredienti

700 di ricotta vaccina 
5 uova
200 di zucchero
Buccia limone grattugiata
1 bicchierino di limoncello (facoltativo)
Cannella in polvere 

gocciole di cioccolato fondente


Pizza dolce di Toritto

Pizza dolce di Toritto


procediamo
facciamo colare bene la ricotta dal suo siero, intanto lavoriamo a frusta i tuorli con lo zucchero in una bastardella
aggingiamo la ricotta, la cannella ,la buccia del limone , il limoncello e lavoriamo bene il composto
in ultimo le gocciole di cioccolato


Pizza dolce di Toritto

Pizza dolce di Toritto


nel frattempo montamo gli albumi a neve ferma con un pizzico di sale e li leghiamo delicatamente al composto con la spatola procedendo dl basso verso l'alto

versiamo il tutto in teglia imburrata (ho usato una diametro 26 per questa quantità) ottima la rettangolare
spolveriamo di cannella


Pizza dolce di Toritto

Pizza dolce di Toritto


inforniamo a forno basso (150/170°) dipende dai vostri forni, il calore non deve aggredire, ma asciugare piano piano la ricotta
lasciamo cuocere finchè non si scurisce la superficie dai 50 minuti in su, usate la prova stecchino per sicurezza
capovolgiamo ora la torta e la spolveriamo con cacao e cannella setacciati, bella anche servita in quadrotti


Pizza dolce di Toritto

Pizza dolce di Toritto


Continua a leggere...

domenica 14 settembre 2014

Imprimir o exportar PDF Pasta con peperoni salsiccia e funghi

la pasta un nostro piatto nazionale e mille modi per condirla, ci vuole davvero poco tempo e per gli ingredienti lasciamo parlare le stagioni ed il frigorifero 
ecco come inventarsi un sughetto goloso per una pasta davvero speciale che può fare da patto unico

Pasta con peperoni salsiccia e funghi

Pasta con peperoni salsiccia e funghi


ingredienti

300 gr di pasta (linguine)
200 gr di salsiccia a metro
2 peperoni
1 scalogno
100 gr di funghi trifolati (vedi qui la ricetta)
olio evo
sale 
peperoncino
prezzemolo per guarnire

Pasta con peperoni salsiccia e funghi

Pasta con peperoni salsiccia e funghi


procediamo
prepariamo la salsiccia in casseruola con un cucchiaio d'olio e lo scalogno tagliato sottilmente, lasciamo abbrustolire bene la salsiccia (tagliatela a pezzi grandi, la taglieremo dopo cotta)
aggiungiamo i peperoni tagliati a falde li aggiungiamo alla salciccia e lasciamo stufare col coperchio facendo assorbire tutta l'acqua di vegetazione
aggiustiamo di sale controllando la sapidità ed un pizzico di peperoncino
aggiungiamo i funghi trifolati a parte e mantechiamo con poca acqua di cottura della pasta
coliamo la pasta fatta bollire in abbondante acqua salata e serviamo con una spolverata di prezzemolo

Pasta con peperoni salsiccia e funghi

Pasta con peperoni salsiccia e funghi


Continua a leggere...

venerdì 12 settembre 2014

Imprimir o exportar PDF Minicake salati di zucca e bruscolini

parliamo di zuccamolte sono le sue “virtù” ed ecco le proprietà nutrizionali riferite a 100 grammi di prodotto.15,00 Kcal, proteine totali 0,60 gr, glucidi 3,40 gr (amido 0,70 gr), glucidi solubili 2,70 gr, fibra 1,30 gr, calcio 20,00 mg, ferro 0,90 mg, sodio 1,00 mg, potassio 202,00 mg, fosforo 40,00 mg, vitamina B1 0,03 mg, vit B2 0,02 mg, vit A 599,00 mcg, vit PP 0,50 mg, vit C 9,00 mg.
la polpa della zucca inoltre è poco calorica in quanto contiene un’alta concentrazione di acqua, una bassissima concentrazione di zuccheri e non ha traccia di grassi 
è inoltre ricca di fibre, di vitamina e di betacarotene; contiene inoltre minerali come il potassio, il fosforo, il calcio
tantissime le ricette che si possono fare spaziando per le varie portate, qui trovate tutte quelle elencate in Ricettosando, 
in questa ricetta vi propongo la zucca mantovana preparata in minicake ottimi serviti come verdura, ma anche come snack vegetariano


Minicake salati di zucca

Minicake salati di zucca


ingredienti 

400 gr di polpa di zucca cotta a forno
200 gr di parmigiano
1 uovo
maggiorana o timo
amaretti sbriciolati 
sale e pepe


Minicake salati di zucca

Minicake salati di zucca 


procediamo
prepariamo la zucca cotta a forno e la schiacciamo in una terrina con la forchetta, aggiungiamo uovo , la maggiorana ed il parmigiano mescolando bene
incorporiamo amaretti sbriciolati fino ad ottenere un impasto morbido e asciutto, non ho messo la dose degli amaretti perchè dipende dall'umidità della zucca,


Minicake salati di zucca

Minicake salati di zucca


aiutandoci con un coppapasta prepariamo i nostri minicake in teglia antiaderente ed inforniamo a 180° per 20/30 minuti, controllate la cottura dipende dal forno e dalla zucca
devono essere dorati e fare la crosticina

nota
faccio una parentesi sui semi di zucca, forse non tutti conoscono le loro proprietà, sono a tutti gli effetti l'alimento che contiene la maggiore quantità di arginina se tostati e non salati, assunti dopo il pasto,  vengono utilizzati come rimedio fitoterapico, ad esempio per l'ipertrofia prostatica benigna
quindi consigliatissimi ai maschietti
quando avete una bella zucca piena di semi lasciateli asciugare al sole e tostateli in padella antiaderente, se mettete poco sale grosso non inciderà troppo, i miei amici romani li chiamano bruscolini, provate a farli


bruscolini o semi di zucca

bruscolini


Continua a leggere...