mercoledì 20 agosto 2014

Imprimir o exportar PDF Friselle con lievito madre

le friselle , o più giustamente fresedde, nascono nel sud della nostra Italia, è un tarallo prevalentemente fatto di grano duro e tagliato a metà ed è a tutto titolo il predecessore delle moderne fette biscottate
per raccontarvele vi riporto parte di un testo tratto dal sito della Fondazione Terra d'Otranto che vi invito ad andare a visitare :
"i contadini passavano insieme al nucleo familiare, tutta la stagione estiva, lavorando spesso, per un’economia di stretta sopravvivenza e con l’ambito scopo di procacciare le provviste per l’inverno.
La lontananza dai paesi, la precarietà dei mezzi di trasporto e la carenza delle suppellettili e delle strutture necessarie per preparare e cuocere il pane, imposero presto la necessità di trovare un’alternativa, alternativa offerta appunto, dalle mai dimenticate friseddhe, che potevano essere preparate e conservate per mesi nelle “capàse”, i tradizionali orci panciuti in terra cotta dal collo largo e le piccole e robuste anse"

mi sono documentata tra le varie ricette esistenti fatte dai miei amici e ve la propongo con il procedimento usato da Pina per facilitarne il taglio, facciamole insieme


Friselle con lievito madre

Friselle con lievito madre


ingredienti 
per 20 friselle da 60 gr ca

100 gr di farina 1 (o la 0) 
400 gr di semola rimacinata
120 gr di pasta madre rinfrescata
260 ml acqua
12 gr di sale
2 cucchiai d'olio evo


Friselle con lievito madre

Friselle con lievito madre


procediamo
prepariamo la pasta madre che avremo rinfrescato 2 ore prima e la spezziamo nell'impastatrice, aggiungiamo l'acqua e le farine miscelate, in ultimo sale ed olio 
lasciamo incordare nell'impastatrice e lavoriamo sulla spianatoia ancora per qualche minuto fino ad'ottenere una massa molto elastica e liscia
essendo poco idratato non farete fatica e non si appiccicherà al piano
lo mettiamo in una ciotola unta d'olio e lo lasciamo raddoppiare di volume sigillato e coperto (4/5 ore, dipende dalla temperatura)


Friselle con lievito madre

Friselle con lievito madre


riprendiamo l'impasto e lo  arrotoliamo a cordone come per fare gli gnocchi con un diametro di 2/3 cm e formiamo dei cerchi
uno dei metodi più antichi era quello di legare a mezzo la ciambella ottenuta con  lo spago per delimitarne il taglio, io da Pina, ho imparato invece a sovrapporre 2 ciambelline, per facilitarmi il compito di dimensione e per far meglio il foro centrale ho usato dei bicchierini di plastica unti d'olio (vedi foto)

lasciamo rilievitare le nostre ciambelle fino a raddoppio

a questo punto, togliamo i bicchieri ed inforniamo a forno caldissimo per 15/20 minuti, quindi le togliamo lasciando acceso il forno
le tagliamo a metà, se lo fate con lo spago è il modo più giusto. lo avvolgete a cappio e stringete
se non siete sicuri chiaramente potete usare il coltello seghettato del pane

ripassiamo a forno per lasciarle abbrustolire abbassando leggermente la temperatura per 5/10 minuti e le lasciamo raffreddare a forno spento


Friselle con lievito madre

Friselle con lievito madre


Continua a leggere...

giovedì 7 agosto 2014

Imprimir o exportar PDF Scarpaccia dolce toscano alle zucchine

e quando non si sa più a chi piazzare le zucchine... ci si fa un dolce ;) grazie Tania per la splendida ricetta 


Scarpaccia dolce toscano alle zucchine

Scarpaccia dolce toscano alle zucchine


ingredienti

600 g. di zucchine di forma regolare
150 g. di farina
150 g. di zucchero
2 uova
50 g di burro
menta secca
1/2 bicchiere di latte
sale
zucchero di canna

Scarpaccia dolce toscano alle zucchine

Scarpaccia dolce toscano alle zucchine


procediamo
Tagliamo le zucchine a rondelle sottili e le facciamo rilasciare il liquido di vegetazione con una presa di sale grosso in un colapasta
prepariamo la pasta facendo spumare il tuorli con lo zucchero e montando a neve gli albumi, incorporiamo la farina setacciata ai tuorli, il burro a temperatura ambiente, un cucchiaio di menta secca sbriciolata 3 cucchiai circa di latte ed infine, delicatamente aggiungiamo l'albume montato a neve ferma

Scarpaccia dolce toscano alle zucchine

Scarpaccia dolce toscano alle zucchine


disponiamo in teglia imburrata il composto , deve essere non più alto di 2 cm
sciacquiamo le zucchine e le asciughiamo bene, le disponiamo a raggiera infilandole nella pasta

Scarpaccia dolce toscano alle zucchine

Scarpaccia dolce toscano alle zucchine


rifiniamo cospargendo zucchero di canna ed altra menta sbriciolata
Infornarniamo per circa 1 ora a 180°

Scarpaccia dolce toscano alle zucchine

Scarpaccia dolce toscano alle zucchine


nota
la ricetta di Tania prevedeva della vaniglia come profumazione, la menta una mia variante più fresca

Scarpaccia dolce dalle manine di Tania 

Continua a leggere...

martedì 5 agosto 2014

Imprimir o exportar PDF Timballo di riso con tenerumi e fiori di zucchina

zucchine e mille modi per farle, ma le zucchine hanno anche altre parti edibili che ben si prestano ad ottimi piatti, volete provare con me quest'interpretazione di fiori e germogli di zucchina (tenerumi)???


Timballo di riso con tenerumi e fiori di zucchina

Timballo di riso con tenerumi e fiori di zucchina


ingredienti

germogli e fiori di zucchina
cipolla
aglio
pomodori ciliegini
olio evo
sale e pepe
parmigiano 


Timballo di riso con tenerumi e fiori di zucchina

Timballo di riso con tenerumi e fiori di zucchina


procediamo
ottimo riciclo per del risotto avanzato, in altro caso facciamo bollire il riso
prepariamo  i gemogli di zucchina tagliati grossolanamente e stufati in padella per qualche minuto con cipolla, aglio e pomodorini messi a freddo con un filo d'olio e lasciamo asciugare l'acqua di vegetazione, 
aggiustiamo di sale e pepe
mescoliamo il riso con parmigiano e parte delle verdure e facciamo uno strato su  teglia con cartaforno
ricopriamo con le verdure rimaste ed altro parmigiano a coprire il tutto, disponiamo i fiori di zucchina
passiamo a forno caldo a 180° per 15/20 minuti per farlo diventare croccante




Timballo di riso con tenerumi e fiori di zucchina

Timballo di riso con tenerumi e fiori di zucchina

passiamo a forno preriscaldato a 180° per 15 min circa e serviamo bello caldo


Timballo di riso con tenerumi e fiori di zucchina

Timballo di riso con tenerumi e fiori di zucchina


Continua a leggere...

sabato 2 agosto 2014

Imprimir o exportar PDF Tumbler di semifreddo al caffè con ricotta e mandorle

quando c'è molto caldo e la fame manca c'è bisogno di qualcosa che dia energia, per variare dal solito gelato ecco un semifreddo ricco di sapore e di proprietà nutrienti grazie alla ricotta ed alle mandorle e che ci ricarica con un po' di caffè


Tumbler di semifreddo al caffè con ricotta e mandorle

Tumbler di semifreddo al caffè con ricotta e mandorle 


ingredienti per 8 tumbler

500 gr di ricotta
100 gr di zucchero
100 gr di mandorle 
caffè
pan di spagna (o savoiardi)
sciroppo di caffè per guarnire ( la ricetta qui)


Tumbler di semifreddo al caffè con ricotta e mandorle

Tumbler di semifreddo al caffè con ricotta e mandorle 


procediamo
prepariamo il pan di spagna come descritto qui 
tritiamo finemente le mandorle al mixer tenendone da parte qualcuna che affetteremo a scaglie sottili per la guarnizione
mescoliamo la ricotta con le mandorle triturate e lo zucchero fino ad ottenere una crema morbida


Tumbler di semifreddo al caffè con ricotta e mandorle

Tumbler di semifreddo al caffè con ricotta e mandorle 


prepariamo il caffè e lo facciamo raffreddare, inzuppiamo il pan di spagna ed assembliamo i trumbler alternandoli alla crema di ricotta e mandorle


Tumbler di semifreddo al caffè con ricotta e mandorle

Tumbler di semifreddo al caffè con ricotta e mandorle 


rifiniamo con un po' di sciroppo di caffè e guarniamo con le mandorle a scaglie
mettiamo in freezer  e passiamo nel frigorifero un'oretta prima di servire


Tumbler di semifreddo al caffè con ricotta e mandorle

Tumbler di semifreddo al caffè con ricotta e mandorle 



Continua a leggere...

venerdì 1 agosto 2014

Imprimir o exportar PDF Minestra estiva light con germogli di zucchina

le zucchine genovesi ovvero le trombette di Albenga o semplicemente cucuzze hanno una particolarità davvero gustosa, producono moltissimi germogli che sono davvero ottimi consumati come minestra estiva, o anche come condimento per la pasta o il riso (lo abbiamo visto qui)
vi do la base che uso io per una delicatissima minestra estiva che è ottima anche consumata tiepida su crostoni di pane


Minestra estiva light con germogli di zucchina

Minestra estiva light con germogli di zucchina

ingredienti

germogli di zucchina (tenerumi)
cipolla
aglio
pomodori ciliegini
carota
maggiorana
olio evo
sale e pepe

Minestra estiva light con germogli di zucchina

Minestra estiva light con germogli di zucchina


procediamo
tagliamo i germogli a tocchetti, dividiamo i pomodorini in 4 parti, prepariamo un battuto di cipolla, aglio e carota
mettiamo il tutto in pentola con 3 cucchiai d'olio e facciamo appassire a fuoco moderato
aggiustiamo di sale e pepe 
aggiungiamo la maggiorana e acqua o brodo vegetale caldi fino a coprire la verdura e lasciamo cuocere a fuoco vivace per 30 minuti
serviamo su crostoni di pane strofinato d'aglio


Minestra estiva light con germogli di zucchina

Minestra estiva light con germogli di zucchina


nota
ottima base per condire pasta o riso se non aggiungiamo liquidi


germogli di zucchine genovesi



Continua a leggere...

mercoledì 30 luglio 2014

Imprimir o exportar PDF Sciroppo di caffè

il sapore del caffè è davvero ottimo come componente per molti dolci, da sempre usato per imbevere biscotti o pan di spagna, oggi ve lo propongo in uno sciroppo che ben si adatta anche nelle guarnizioni, la densità la stabilisce il grado di sobbollitura finale, ma lo vediamo in ricetta

Sciroppo di caffè

Sciroppo di caffè


ingredienti

200 ml acqua
50 gr di caffè macinato
400 gr zucchero di canna

Sciroppo di caffè

Sciroppo di caffè


procediamo
portando l'acqua a bollore dove inseriamo il caffè macinato a fiamma spenta e lasciamo riposare per un'ora
trascorso il tempo coliamo bene il caffè con un colino a maglie fitte o una garza e mettiamo il liquido in una casseruolina con i 400 gr di zucchero
poniamo sul fuoco a fiamma molto bassa e facciamo sciogliere lo zucchero lentamente
mescolando di tanto in tanto
il grado di consistenza dello sciroppo dipenderà da quanto lascerete sobbollire (non fatelo bollire mi raccomando)
nella presentazione ho lasciato un paio di minuti perchè volevo un risultato finale cristallizzato
nota
essendo una base alta di zucchero si conserva benissimo, lo metto in contenitore col beccuccio per guarnire e lo riscaldo in acqua bollente all'uso

Sciroppo di caffè

Sciroppo di caffè


e qui lo vedete... la ricetta al prossimo post ;)
Continua a leggere...

lunedì 28 luglio 2014

Imprimir o exportar PDF Finte tagliatelle con melanzane e peperoni in riduzione di aceto balsamico

oggi ancora un piatto leggero e vegetariano sfruttando le verdure fresche dall'orto, un bel modo di presentarle come piatto unico con le finte tagliatelle fatte con le uova, semplici e velocissime da realizzare
le ho impreziosite con l'aggiunta dell'aceto balsamico che dà un tocco di classe a questo piatto pressocchè povero


Finte tagliatelle con melanzane e peperoni in riduzione di aceto balsamico

Finte tagliatelle con melanzane e peperoni in riduzione di aceto balsamico


ingredienti

1 melanzana
1 peperone
1 cipolla
spicchio d'aglio
olio evo
sale e pepe
maggiorana 
cumino
2 uova per le tagliatelle
aceto balsamico per servire


Finte tagliatelle con melanzane e peperoni in riduzione di aceto balsamico

Finte tagliatelle con melanzane e peperoni in riduzione di aceto balsamico


procediamo
prepariamo le verdure tagliate a tocchetti, lasciamo rilasciare l'acqua di vegetazione alle melanzane in acqua salata
affettiamo sottilmente la cipolla e la lasciamo appassire con 2 cucchiai d'olio, aggiungiamo le verdure e le lasciamo stufare per 15/20 minuti a fuoco vivace
aggiungiamo le spezie e aggiustiamo di sale e pepe



Finte tagliatelle con melanzane e peperoni in riduzione di aceto balsamico

Finte tagliatelle con melanzane e peperoni in riduzione di aceto balsamico

prepariamo le uova, le sbattiamo leggermente con la forchetta con sale e pepe e le cuociamo in padella bella grande (oppure in teglia in forno) unta d'olio in uno strato sottile
arrotoliamo e ricaviamo le tagliatelle
serviamo mescolate alle verdure e rifiniamo con la riduzione di aceto balsamico


Finte tagliatelle con melanzane e peperoni in riduzione di aceto balsamico

Finte tagliatelle con melanzane e peperoni in riduzione di aceto balsamico

nota
per la riduzione del balsamico: in un pentolino l'aceto balsamico e un po' di amido di mais (maizena) senza portare a bollore mescolando 
Continua a leggere...