domenica 23 ottobre 2011

Baccalà al latte (veneto)

Di antiche origini venete questo piatto gustosissimo ottimo presentato anche con polenta grigliata, ha anche una versione in crema (baccalà mantecato) che ha una somiglianza con la "brandade de morue" dei cugini francesi che però non è spumosa come la nostra molto rinomata per la sua delicatezza... 

Questi piatti hanno origine dai marinai che li potevano consumare a bordo dei pescherecci dove la possibilità di cucinare era limitata


Baccalà al latte ricetta di pesce originale del Veneto


Baccalà al latte ricetta veneta


ingredienti


  • 500 gr baccalà ammollato o stoccafisso
  • 3 acciughe (sotto sale)
  • 4 cucchiai di farina
  • 1/2 litro di latte
  • 2 cipolle
  • 2 spicchi d'aglio
  • un po' di prezzemolo tritato
  • 3 cucchiai d'olio



prepariamo il Baccalà al latte



Facciamo imbiondire le cipolle e l'aglio in una padella con l'olio (coperte fino a che diventano trasparenti) a questo punto le trasferiamo in una pirofila.

Sgoccioliamo bene il baccalà dissalato e lo tagliamo a tocchetti (personalmente mi piace lasciare la pelle, se la si vuole togliere lo facciamo con un colpo deciso dalla coda in su... viene via una bellezza ).

Lo distribuiamo quindi sul letto di cipolle e lo guarniamo con le acciughe dissalate e divise in filetti ed il prezzemolo.

Spolverizziamo con poca farina la superficie (io uso quella 0 per questo, ottima anche il 00)
e copriamo tutto col latte versato a filo dai lati della teglia.

Tempo di cottura

Inforniamo a 200° per circa 30 minuti (deve asciugarsi il latte)
ottimo consumato anche freddo
buon appetito 

un consiglio
per dissalare al meglio il baccalà va sciacquato bene dal sale in eccesso, quindi messo a bagno in abbondante acqua che cambieremo per almeno 4 o 5 volte ogni ora il giorno prima e che poi lasceremo a mollo fino alla mattina dopo, lo sciacqueremo ancora, lo spineremo e lo risciacqueremo un'altra volta