lunedì 2 gennaio 2012

Imprimir o exportar PDF Baccalà in guazzetto

Sapevate che dobbiamo le prelibatezze derivate da baccalà e stoccafisso ai Vichinghi? i grandi navigatori provenienti dal nord della Norvegia. Dalle loro parti, al largo delle isole Lofoten, di merluzzi ce n’erano a iosa: 

i Vichinghi li pescavano, e li facevano essiccare all’aria aperta. Ne veniva fuori un alimento perfetto per le loro esigenze: lo stoccafisso. Nutriente, leggero (poca acqua, poco peso) di lunga conservazione (perché disidratato, come le mummie). Per i loro interminabili viaggi per mare, verso la Groenlandia, l’America

Il merluzzo è stato l'unico apporto di oligoelementi essenziali e iodio per moltissimi popoli nordici ^^


Baccalà in guazzetto ricetta di pesce in salsa di pomodoro e olive

Baccalà in guazzetto



ingredienti


  • 600g Baccalà già dissalato: 
  • 100 di pomodorini
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cipolla
  • un ciuffo di prezzemolo
  • 80g olive nere
  • olio evo
  • vino bianco
  • grani di pepe

consiglio l'aggiunta di una patata a tocchetti all'occorrenza se dovesse essere troppo salato 


Baccalà in guazzetto ricetta di pesce, prepariamo la salsa


Prepariamo il Baccalà in guazzetto


Mettiamo a freddo in una casseruola (ottima se di coccio) la cipolla affettata, l'aglio schiacciato, le olive ed i pomodorini con un paio di cucchiai d'olio ed alcuni grani di pepe (se il baccalà lo sentite ancora salato anche la patata a tocchetti).

Facciamo cuocere a fiamma decisa per circa 5 minuti quindi inseriamo il baccalà tagliato a pezzi piuttosto laghi (5 cm per 5 cm circa) e sfumiamo col vino bianco.

Aggiungiamo una spolverata di prezzemolo e copriamo la casseruola
lasciamo cuocere a fiamma moderata per una quindicina di minuti.

Nota
una preparazione davvero ottima da presentare con polenta o costoni di pane


Baccalà in guazzetto ricetta di baccalà dissalato
Baccalà in guazzetto