martedì 7 giugno 2011

Costardelle alla brace e fritte

Costardelle alla brace e fritte

 le costardelle fanno parte della famiglia dei pesci azzurri quindi ricchi di omega 3 e dal prezzo accessibile,si trovano nel periodo estivo in abbondanza ma per chi non avesse a disposizione questi pesciolini li può sostituire con dei merluzzetti anche congelati o altri simili......



diciamo che le cotture che più si prestano per questo tipo di pesce sono due....il primo è alla brace..il secondo fritte, quindi in definitiva due sistemi semplici e veloci da realizzare....ecco come.......

ingredienti per due persone
500 gr di costardelle ( o i loro sostituti)
1 cipolla rossa ( preferibilmente di tropea)
olio per friggere
farina di semola q.b.
salmoriglio q.b.
aceto rosso q.b.



procedimento
Pulire accuratamente  le costardelle eliminando la testa e le interiora, passarle sotto l'acqua corrente e metterle da parte ad asciugare.
Per la cottura alla brace sarebbe meglio utilizzare la carbonella ma in alternativa anche in piastra va benissimo 
Per la cottura fritta, infarinate leggermente le costardelle con la semola e le tuffate in abbondante olio di semi ben caldo e li cucinerete per pochi minuti fino doratura, e farete assorbire l'olio in eccesso su della carta assorbente.
La cipolla è un ottimo alleato da utilizzare come contorno in due versioni, la prima è: tagliare sottilmente la cipolla ed immergerla in una ciotola con acqua ed aceto nella proporzione di 1:3 mentre la seconda versione : tagliate sottilmente e fate cuocere in poca acqua la cipolla per 5/6 minuti a fiamma vivace, quando si sarà asciugata del tutto e la cipolla sarà tenera aggiungete un filo di olio ed ultimate la cottura per altri 3/4 mn aggiustate di sale e servite.