mercoledì 1 giugno 2011

Imprimir o exportar PDF Ossobuco con gremolada

Un classico della cucina lombarda sono sicuramente gli ossibuchi serviti con il riso allo zafferano e la gremolada.
Sono un piatto unico tutto da provare, la ricetta originale prevede il riso cotto nel midollo di bue, 
noi la cuciniamo un po' più leggerina facendo un semplice riso allo zafferano....

Ossobuco con gremolada ricetta tradizionale di carne

Ossobuco con gremolada




ingredienti

  • 4 ossobuchi di vitello o manzetta
  • 1 cipolla steccata con chiodi di garofano
  • 1 carota intera
  • burro e olio
  • brodo q.b.
  • vino bianco
  • sale pepe
  • passata di pomodoro
  • poca farina per la carne

per la gremolada

  • spicchio d'aglio
  • la scorza gialla di limone non trattato,
  • prezzemolo fresco
  • olio evo


prepariamo gli ossobuchi con gremolada

Infarinate quattro ossobuchi tagliati piuttosto alti, dopo aver inciso in tre o quattro punti la pellicola che li circonda. fate sigillare la carne con il burro in una pentola bassa e larga a fondo spesso.

Bagnate con un bicchiere di vino bianco, aggiungendo poi sale, pepe bianco, aggiungete cipolla e la carota intere che rimuoveremo a fine cottura, aggiungete il brodo e la passata di pomodoro abbassate il fuoco al minimo, coprite

Lasciate cuocere per un'ora abbondante nel frattempo preparate la gremolada (prezzemolo tritato, aglio , scorza di limone grattugiata e un filo d'olio) che uniremo al fine cottura a fuoco spento.

Lasciate riposare qualche minuto coperti e serviti accompagnati a riso giallo (semplice risotto cotto con mezza cipolla e zafferano)


nota
in alcune ricette si aggiunge un'acciuga dissalata... io sinceramente lo preferisco semplice, sono ottimi poi anche accompagnati da un contorno di spinaci saltati in padella 

Ossobuco con gremolada ricetta tradizionale di carne

una precisazione
c'è qualcuno che contesta i tempi di cottura ignorando forse che chi i tempi appunto dipendono moltissimo dal taglio della carne, (spessore, tipo di carne e tipo di macellazione) in ogni caso sono sempre da considerare indicativi della media, credo che tutti siamo in grado di verificare con una semplice forchetta se la carne è arrivata a cottura