martedì 28 giugno 2011

Taboulè di bulgur

Il bulgur, noto anche come boulghoul, boulgour, bulghur o bulghul, è un alimento molto diffuso in Medio Oriente costituito da frumento integrale sottoposto a un particolare processo di lavorazione: i chicchi di frumento cioè vengono prima cotti al vapore e quindi fatti seccare, per essere poi macinati e ridotti in piccoli pezzetti. Poichè possiede le stesse caratteristiche nutrizionali del frumento integrale, il bulgur è una buona fonte di fibre, vitamine del gruppo B, fosforo e potassio; inoltre ha, come tutti i cereali integrali, un elevato potere saziante.
Esistono diverse varietà di bulgur distinte in base alla grandezza dei pezzi: i formati più grandi si prestano alla preparazione di minestre, mentre quelli più piccoli sono più adatti per preparare piatti freddi e insalate. In ogni caso il bulgur, come il più noto e diffuso cous cous, non richiede una vera e propria cottura: basta metterlo in un contenitore, versarvi sopra dell’acqua bollente e lasciare che si reidrati per un tempo variabile da 10 a 30 minuti a seconda della grandezza dei pezzi.
Analogamente a quanto detto a proposito dell’amaranto, anche il bulgur è poco diffuso nel nostro paese; infatti a differenza di quanto accade in altri paesi europei come la Germania, dove è facilmente anche nei supermercati, in Italia è possibile acquistarlo esclusivamente nei negozi specializzati in alimentazione biologica e cibi etnici e in erboristeria.
Quanto alle proprietà nutrizionali, il bulgur è ricco di carboidrati, proteine e fibre, a fronte di un contenuto piuttosto ridotto di grassi, e apporta 342 Kcal per 100 grammi di prodotto.


Taboulè di bulgur


ingredienti

300 gr di bulgur
80 ml di olio evo
pomodori
peperoni
cipolle di tropea
erba cipollina
cannella
coriandolo
sale pepe
succo di limone



procediamo
prepariamo il bulgur di base:
lo mettiamo in casseruola dopo averlo lavato mescolato all'olio e lo facciamo saltare a fuoco vivace un paio di minuti
quindi lo copriamo con acqua bollente salata, un po di cannella, il pepe e dei semi di cumino pestati, e lo lasciamo gonfiare
alla fine deve risultare asciutto e sgranato
nel frattempo tagliamo la dadolata delle verdure che condiremo con citronette e decoriamo con erba cipollina
prepariamo i piatti che metteremo in fresco per un'oretta prima di servire
un'alternativa alle verdure fresche è quella di servirlo con peperonata fredda...
stesso procedimento ed ottimo piatto freddo