lunedì 3 ottobre 2011

Taralli o tarallucci

Taralli o tarallucci

e quando si parla di aperitivi cosa c'è di meglio che queste delizie italiane a tutto tondo??? 
e se guardiamo la storia?? beh... c’è chi dice dal latino “torrère” (abbrustolire), e chi  dal francese “toral” (essiccatoio) facendo riferimento alla sua forma rotondeggiante, qualcuno pensa che tarallo derivi invece  dall’italico “tar” (avvolgere), o  dal francese antico “danal”, (pain rond, pane rotondo).  
La  tesi più attendibile vuole addirittura che tarallo discenda dall’etimo greco “daratos”,  “sorta di pane”
in ogni caso sempre legati al detto 'finire a tarallucci e vino ' come fine di una discussione a questo punto  noi?? proviamo a farli insieme???

Taralli o tarallucci ricetta di snack tradizionali

Taralli o tarallucci


ingredienti:

  • 350 gr farina,
  • 1/2 bicchiere di olio, (circa 150 ml)
  • 1/2 bicchiere di vino, (circa 150 ml)
  • sale


Taralli o tarallucci ricetta di snack tradizionale con erba cipollina
preparazione con erba cipollina

prepariamo i Taralli o tarallucci

Impastare il tutto per bene fino ad ottenere un impasto liscio e morbido (è consigliato miscelare il vino con l'olio prima di impastare... e ... la farina setacciata...) e lasciamo riposare per un'ora
quindi preparate dei cordoncini di pasta coi quali farete dei cerchietti,

e...dal consiglio della nostra amica Valentina Tafuro  vanno fatti bollire una decina circa di minuti immersi in acqua salata bollente, come per gli gnocchi devono salire a galla, quindi riposti  a scolare su di un canovaccio


Taralli o tarallucci con preparazione con bollitura
versione con bollitura preventiva 

ora in forno preriscaldato a 190° per 25/30 minuti.,

Con l'aggiunta di finocchio, pepe, anice, rosmarino, erbette varie si possono modificare a nostro piacimento.