martedì 23 agosto 2011

Torta rustica di baccalà


Il paese di provenienza è La Norvegia che ne esporta oltre il 65% in Italia, infatti grazie al suo clima particolarmente secco ne facilità il processo di conservazione sia come stoccafisso quindi essiccato che come baccalà e quindi salato.Un altra particolarità di questi due tipi di conservazione che ripeto sono del tutto naturali senza quindi l'impiego di conservanti e chimicha in generale, e che tutte le qualità nutrizionali del pesce rimangono intatte.
Se aquistate il baccalà ancora salato dovrete lasciarlo per almeno 24 ore immerso in acqua e cambiarla spesso meglio se si lascia sotto l'acqua corrente per eliminare tutto il sale.
A questo punto il baccalà è pronto a essere cucinato secondo la ricetta.






ingredienti
Baccalà già dissalato è già pulito 1/2 kg
Patate bianche 1/2 kg ( anch'esse gia pelate)
Aglio uno spicchio
Latte 250 gr circa
Panna fresca 250 gr
pasta sfoglia
olio evo (extra vergine di oliva)




procedimento
Pulire accuratamente il baccalà privandolo di tutte le lische e della pelle, tagliandolo a dadini.
Pelare le patate e tagliarle a cubetti della dimensione di un circa un cm per lato e lasciarle in acqua, nel frattempo pulire l'aglio e metterlo a rosolare in un tegame insieme all'olio quando sarà di colore biondo chiaro e dal profumo intenso, versare il baccalà a tocchetti e le patate e dadini, fare rosolare per qualche minuto ed iniziare a cuocere versando il latte prima poco per volta all'inizio e poi tutto il resto.
Quando inizia a bollire abbassare la fiamma portandola al minimo, a parte riscaldare la panna ed aggiungerla al resto degli ingredienti, lasciare cuocere il tempo necessario che tutto il liquido venga assorbito dalle patate e dal baccalà.Aggiustare di sale e pepe.
Cosa fondamentale è quella di rigirare spesso perchè è facilissimo che si attacchi al fondo della pentola rendemdo il tutto amarognolo o peggio inservibile, quindi occhio!! e non smettiamo di rimestare.Se dovesse attaccarsi molto l'unica soluzione è quella di cambiare pentola senza toccare il fondo di quella attaccata ma lasciando trasferire il composto intatto.
Quando tutto il liquido è quasi del tutto asciutto e il composto avrà assunto una consistenza abbastanza solida spegnere e fare intiepidire.
Adesso stendiamo la pasta sfoglia con uno spessore di circa 4 mm circa e rivestiamo uno stampo precedentemente imburrato e farciamo con il composto lisciando con un cucchiaio.
Inforniamo a 170°C per circa 30/40 mn.
Quando la superficie si dorerà la torta è pronta, se durante la cottura si creano delle bolle, apriamo il forno un secondo e con la punta di uno spiedino la buchiamo facendo attenzione a non farci male......