giovedì 10 novembre 2011

Filetti fritti di baccalà

Sapevate che dobbiamo le prelibatezze derivate da baccalà e stoccafisso ai Vichinghi? i grandi navigatori provenienti dal nord della Norvegia. 

Dalle loro parti, al largo delle isole Lofoten, di merluzzi ce n’erano a iosa: i Vichinghi li pescavano, e li facevano essiccare all’aria aperta. Ne veniva fuori un alimento perfetto per le loro esigenze: lo stoccafisso. Nutriente, leggero (poca acqua, poco peso) di lunga conservazione (perché disidratato, come le mummie). Per i loro interminabili viaggi per mare, verso la Groenlandia, l’America


Il merluzzo è stato l'unico apporto di oligoelementi essenziali e iodio per moltissimi popoli nordici 

un modo molto semplice e saporito per gustarlo è sicuramente fritto, un piatto molto noto nel nord della nostra Italia, vediamolo insieme




Filetti fritti di baccalà ricetta di pesce

Filetti fritti di baccalà



Ingredienti:


  • 3 filetti di baccalà (dissalati e spinati),
  • 150 gr di farina 00 o di riso,
  • 1 bicchiere di birra ghiacciata,
  • sale.
  • Olio per friggere

Filetti fritti di baccalà ricetta di pesce


Prepariamo i Filetti fritti di baccalà

Mettete la farina nella ciotola a fontana con un pizzico di sale e stemperate con la birra bella ghiacciata fino ad ottenere  un composto omogeneo e fluido.

Scaldate ora olio in un pentola con il fondo alto, tenete conto che i filetti per avere un buon risultato devono essere immersi nell’olio.

Immergete i filetti nella pastella, fate la prova della temperatura dell’olio con un pezzetto di mela,  che lascerete nell'olio per limitare l'odore, e friggete nell’olio caldo.

Non toccateli mai, si gireranno da soli, quando raggiungono un colore dorato potete toglieteli e tamponateli con  carta assorbente.


merluzzo fritto

Filetti fritti di baccalà

ottimo finger food se cotto in piccoli pezzi