mercoledì 8 febbraio 2012

Imprimir o exportar PDF Krapfen

Termine che deriva dal tedesco antico "Krafo" che vuol dire appunto "frittella"
in altre regioni esiste un dolce molto simile con i nomi di bomba o bombolone 
anche se questo è la denominazione originale. 

Nelle regioni ex-austriache (anche quelle italiane) fa parte della tradizione, in provincia di Bolzano viene spesso chiamato Faschingskrapfen letteralmente krapfen del carnevale perché specifico appunto di questo periodo.

La ricetta autentica si basa su ingredienti essenziali: la farina, il lievito, il latte, le uova, lo zucchero, un pizzico di limone, un po’ di sale, lo strutto (ma anche in Germania e in Austria ora è ammesso il burro; usato anche l'olio di oliva che però si presta meno) ed il ripieno di marmellata.

Esistono tuttavia le varianti ripiene di crema, ed in alcuni casi di cioccolato o marmellata di lamponi e da noi è più nota come bombolone;
vediamo insieme come prepararli:


Krapfen o bomboloni e bombe una frittella morbida  ricetta di carnevale

Krapfen  o bomboloni



ingredienti 

  • 150 gr farina "00"
  • 150 gr farina di manitoba o ad alte proteine
  • 2 tuorli
  • 25 gr di lievito di birra
  • un cucchiaio di burro fuso
  • buccia grattugiata di un limone
  • 100 gr circa di latte tiepido
  • olio per friggere preferibilmente di soia



Krapfen o bomboloni e bombe una frittella morbida  ricetta di carnevale

Krapfen


Prepariamo i krapfen

Misceliamo le due farine e facciamo la classica fontana, a parte sciogliamo il lievito con un po' di latte tiepido.
All'interno della fontana inseriamo tutti gli  ingredienti e per ultimo il lievito, impastiamo fino a renderlo il composto morbido ed omogeneo, se necessario aggiugente ancora un po di latte.
Copriamo  con un canovaccio inumidito.


Krapfen  prepariamo l'impasto

Facciamo lievitare per minimo due ore, fino a quando  avrà raddoppiato il suo volume.
stendiamo l'impasto fino allo spessore di 1 cm e ricaviamo dei dischi del diametro di 6/7 cm
con un coppapasta o in mancaza anche un bicchiere va benissimo.
Anche questi dischi dovranno riposare e lievitare per almeno una 1/2 ora.

Krapfen  prepariamo le porzioni


In una capace padella scaldiamo l'olio e quandoi dischi sono ben gonfi e lievitati li friggiamo 
prima da un lato e poi dall'altro a fiamma vivace e continuiamo la cottura abbassando la fiamma per cuocerli bene all'interno.
Li facciamo sgocciolare su di un foglio di carta assorbente.
Quando si saranno raffreddato li possiamo farcire con della marmellata o crema a piacere e cospargere con un po di zucchero a velo.

un consiglio
Per questo tipi di fritture è consigliabile utilizzare un olio dal sapore poco incisivo per non alterare la pietanza che stiamo friggendo quindi l'olio di soia va benissimo.

E per chi non ama il fritto anche la versione al forno che utilizza la stessa ricetta.