giovedì 28 giugno 2012

Imprimir o exportar PDF Biancomangiare


biancomangiare deriva da un termine francese 'blanc manger' dettato dal suo colore bianco, di origine medioevale si è trasformato nei secoli nei vari contesti culinari, è stato una minestra, una pietanza dolce/salata per approdare infine ad esser classificato tra i dolci. Rivendicano questa preparazione qui da noi 2 regioni alle estremità (Valle d'Aosta e Sicilia) e la panna cotta può essere classificata in questo contesto... in ogni caso provatelo così... 




ingredienti
1/2 di latte
50 gr di maizena
150 gr di zucchero
vaniglia e cannella q.b.
decorazione a piacere




procediamo
Sciogliere lo zucchero e la maizena in una parte di latte, ed aggiungere le essenze.
Versare il composto al resto del latte e portare ad ebollizione per pochi istanti.
Versare in stampi monoporzioni e fate raffreddare un po' prima di metterli in frigo per almeno sei ore.
A questo punto lo possiamo togliere dallo stampo e sistemarlo in un
piatto da portata e decorare semplicemente con della frutta di stagione o arricchirlo con della salsa alla frutta a piacere ( vedi qui)

6 commenti:

  1. Che buono! E' uno dei miei dessert preferiti! Buona giornata

    RispondiElimina
  2. che golosità, mi sta proprio invitando e io non me lo faccio ripetere :-D buon fine settimana <3

    RispondiElimina
  3. In calabria, il bianco mangiare sono i lattarini con il peperocino, detti anche rosamarina. Che strano eh?

    RispondiElimina
  4. 8) non è affatto strano anonimo, infatti nella prefazione ho spiegato le origini, la ricetta si è poi evoluta nel tempo a seconda delle regioni ^^ ciao Cris, sempre un piacere vederti ^^

    RispondiElimina