lunedì 3 settembre 2012

Imprimir o exportar PDF Blanquette di pollo

Blanquette è un termine francese per definire un tipo di cottura adatto alle carni bianche di vitello, pollo, tacchino;
cottura resa famosa dall'altrettanto famoso Auguste Escoffier che a 13 anni abbandonò la famiglia per andare a lavorare nella trattoria dello zio, 
la sua grande passione lo rese ne tempo il Cuoco dei Re e Re dei Cuochi.

Una cottura 'bianca' che determina un sapore delicato del piatto che ne definisce sia il colore finale che la cottura che avviene senza rosolature iniziali.

Vi propongo la mia versione a base di pollo, preparatela con me:


Blanquette di pollo ricetta di stufato di pollo

Blanquette di pollo 


ingredienti per due persone

  • 300 gr di petto di pollo tagliato a tocchetti
  • 4 carote
  • 1 cipolla
  • champignon
  • latte q.b.
  • una noce di burro.
  • farina 00 q.b.
  • brodo di pollo
  • sale e pepe
  •  chiodo di garofano
  • prezzemolo
  • timo 


Prepariamo la Blanquette di pollo


Prepariamo la carne massaggiata con sale e tagliata a tocchetti in casseruola ricoperta da un fondo biondo preparato da burro, farina e brodo di pollo.
Portiamo ad ebollizione mescolando e rimuovendone la schiuma.

Aggiungiamo le carote, la cipolla steccata con un chiodo di garofano, prezzemolo e timo.
Cuociamo a fuoco moderato col coperchio per circa 1 ora.

Prepariamo un roux con burro, farina, latte e champignon tagliati molto sottili che lasciamo cuocere per una quindicina di minuti,
uniamo alla salsa ottenuta dalla cottura del pollo e facciamo restringere.

Serviamo sui bocconcini di pollo ben caldo accompagnando tutto da riso pilaf o patate a vapore.