mercoledì 17 ottobre 2012

Imprimir o exportar PDF Canederli o Knödel

Canederli  o Knödel

sono in effetti grossi gnocchi di pane insaporito,  molto diffusi in infinite varianti e nomi differenti molto presenti nelle cucine regionali del Trentino Alto Adige, del Friuli e del Bellunese "canederli" è un termine tradotto di Knödel

questa ricetta è valida sia per la presentazione in brodo, che per una presentazione asciutta, previo bollitura come spiegheremo in ricetta, esistono anche varianti dolci con albicocche o prugne all'interno



Canederli  o Knödel ricetta di un primo piatto di gnocchi di pane

Canederli  o Knödel



ingredienti

  • 600 mollica di pane di semola
  • 1 lt di latte
  • 200 gr di spek
  • 1 cipolla
  • 100 gr di asiago stagionato a scaglie
  • 2 uova
  • farina tipo 0 qb
  • prezzemolo
  • sale, pepe
  • burro per la teglia se fatti asciutti



Canederli  o Knödel prepariamo gli gnocchi di pane
Canederli  o Knödel


prepariamo i Canederli  o Knödel


versiamo il latte in una ciotola dove avremo posto la mollica e lasciamo assorbire bene tutto il liquido
nel frattempo facciamo cuocere la cipolla affettata sottilmente a fiamma dolce e coperta, con lo spek tagliato sottilmente, aggiungo un po' d'acqua per quest'operazione ,  la cipolla deve  sciogliersi quasi del tutto

strizziamo ora il pane per eliminare gli eccessi di liquido ed uniamo cipolla e spek lasciati raffreddare

incorporiamo le uova, l'asiago a scagliette sottilissime, il prezzemolo tritato, aggiustiamo di sale e pepe
aggiungiamo poca farina per legare il composto e, sempre aiutandoci con la farina, andremo a formare delle polpette grandi come un mandarino


Canederli  o Knödel ricetta in brodo
Canederli  o Knödel

se li serviamo in brodo
basterà immergerli a bollitura, tempo una decina di minuti, devono risalire come i normali gnocchi e spolveriamo con altro prezzemolo fresco nel  piatto


Canederli  o Knödel ricetta di gnocchi di pane al forno con burro e salvia
Canederli  o Knödel

se invece vogliamo una cottura asciutta
procederemo a lessarli in acqua bollente pochi alla volta mantenendo il bollore e li lasceremo raffreddare
prepareremo una teglia imburrata dove li adageremo freddi e li condiremo con altri fiocchetti di burro ed un po' di salvia o erba cipollina
inforniamo a 180° per 15 minuti circa e serviamo con una salsina a nostro piacere, di pomodoro nella presentazione 

nota
le preparazioni di questa ricetta sono da interpretare molte volte a seconda di cosa ci consiglia la stagione o il frigorifero, rientra a tutti gli effetti a pieno titolo nei piatti svuotafrigo, la versione dolce viene fatta con una base di patate e farina ed all'interno viene inserito una prugna o un'albicocca contenete una zolletta di zucchero a sostituzione del nocciolo, mi ripropongo di farla in un prossimo futuro ;)