domenica 23 giugno 2013

Imprimir o exportar PDF Parliamo di fiori in cucina

Parliamo di fiori in cucina

mancava davvero un post dedicato a loro, i fiori, si perchè sono una riserva naturale di nutrienti, belli in un vaso od in giardino, scopriremo che hanno tantissime altre proprietà... seguitemi perchè inserirò cammin facendo ...


aglio orsino
aglio orsino 

AGLIO ORSINO O AGLIETTO SERVATICO 


appartiene alla famiglia delle Liliaceae è una piantina officinale commestibile, dalle molteplici proprietà. 
Il suo nome pare derivare proprio dal fatto che gli orsi, dopo il lungo letargo invernale, se ne cibano in grandi quantità per riprendere l'energia.
Lo troviamo  nei boschi o nei prati lungo i corsi d'acqua
ha un sapore estremamente prelibato simile a quello dell'erba cipollina ma più pungente che si avvicina a quello dell'aglio dal quale eredita  le proprietá terapeutiche;
sono riconosciute a livello medico infatti la capacitá di abbassare il tasso del colesterolo, di purificare il sangue, di agire da antibiotico ed anti micotico disintossicando l´organismo da parassiti (funghi e batteri nocivi) ma anche dai metalli pesanti 
senza scordare poi la quantità di vitamine e minerali che contiene ; 
ha proprietà disinfettanti, ipotensive, diuretiche e depurative


cappero



CAPPERO


Il cappero è una pianta strisciante che cresce bene nel clima caldo del mediterraneo, le sue foglie sono lanceolate e carnose, i suoi fiori sono d'incredibile bellezza
ed il frutto è una capsula ovoidale chiamata comunemente cucuncio ottimo sott'aceto come aperitivo
ha proprietà antispasmodiche, diuretiche e toniche

utilizzati freschi,cioè, non conservati sott'aceto, contengono un flavone restauratore delle pareti dei vasi capillari che li rende davvero preziosi


nasturzio

nasturzio



NASTURZIO


è una pianta originaria del Perù introdotta in Europa a partire dal XVII secolo
con dei bei fiori decorativi di colore giallo o arancio utilizzata dai nativi per curare ogni genere di ferite, la medicina naturale ne utilizza tutt'oggi le foglie fresche per curare infezioni batteriche alla vescica e alle vie respiratorie
le sue foglie fresche sono inoltre un'ottimo ricostituente naturale
che grazie all'alto quantitativo di clorofilla stimola la produzione di eritrociti e depura il sangue
grazie agli oli di senape in esso contenuti svolge inoltre un'efficace azione battericida e antimicotica, rinforza il sistema immunitario, favorisce il rinnovo sanguigno e la sua ossigenazione, stimola l'appetito e la digestione
Il sapore del nasturzio è agro, aspro, sul piccantino sia fiori che foglie sono molto ricche di vitamina C: (100 g ne contengono 500 mg e coprono il fabbisogno giornaliero di tale vitamina di un adulto, che è di 75 mg)
ma è ricca anche di vitamine ( A, B, ed E).

foglie e fiori possono essere aggiunti alle insalate ed i semi, non ancora maturi, si usano in salamoia o sotto sale come i capperi


sambuco

sambuco in fiore



SAMBUCO


i suoi fiori dal profumo inebriante contengono principalmente olio essenziale, flavonoidi, acido clorogenico, acidi organici, mucillagini e tannini 
ottimi cotti pastellati (provateci per la ricetta clik qui)... 
lo sapete che è ottimo per controllare la diaforesi??( le sudorazioni eccessive) inoltre era usato in medicina per i gottosi... direi che se siete a passeggio e lo trovate fiorito, provate a raccoglierne un po' =))
inoltre ha proprietà diuretiche e depurative (per questo lo usavano per la gotta) ed è ricco di nitrato di potassio,e vitamina C nei suoi frutti che hanno invece effetto lassativo,
ottimi da utilizzare come marmellata

una curiosità sui fiori: tempi addietro venivano utilizzati per la conservazione delle mele
ed in medicina viene utilizzata anche la corteccia

provate per combattere la diaforesi  fatto bollire per 10 minuti con mezzo limone intero e poco zucchero... abituatevi a prepararne un paio di litri da bere durante la giornata =))
oppure provate lo sciroppo che trovate in questo post

possiede inoltre molte altre proprietà disintossicanti, esempio sapevate che agisce su fegato e reni ed è oltremodo consigliata nei casi di influenza e raffreddori e febbri???
inoltre agisce favorevolmente sul midollo spinale e sull'apparato circolatorio ... abusatene tranquillamente !!!


viola mammola

viola mammola



VIOLA MAMMOLA (viola odorosa)



i suoi fiori hanno buone proprietà espettoranti e calmanti della tosse oltre ad essere anche un blando purgante ed un'aiuto a favorire la sudorazione per espellere acidi urici
ottimo aiuto per i bronchi sono utili nelle intossicazioni alimentari, nelle indigestioni per intenderci e sono usate anche per la cura e la prevenzione di occhi e bocca
in cucina si usano tantissimo i suoi fiori, ottimi come accompagnamento e decorazione di molti piatti, ma anche come distillati e sciroppi dolci, non a caso nell'industria dolciaria vengono usate ad aromatizzare la liquirizia in deliziosi bonbons, ma non solo